Ransomware Windows 10 - Articolo - Ressa Francesco

windows10 Ransomware - Ressa Francesco

logo artpc
Francesco Ressa
Webmaster - Tecnico Informatico
Francesco Ressa
Webmaster - Tecnico Informatico
Vai ai contenuti
articoliblog
Abbiamo visto in precedenza cosa sono i RANSOMWARE.

Non tutti sono a conoscenza che Windows 10, con il suo Defender, ha una funzione che ci protegge da questi malware

Basta attivarla.

Vediamo come...

La funzione si chiama...
"Protezione ransomware - Accesso alle cartelle controllato" che protegge i file del computer dall'attacco dei ransomware,  ovvero di quei malware che crittografano i dati dell'utente chiedendo  il pagamento di un riscatto per ricevere la chiave di decrittazione con  la quale potervi avere nuovamente accesso.

  • Avviare Windows Defender con un clic sulla sua icona visualizzata  nell'area di notifica della barra delle applicazioni, oppure aprire il  menu Start, scrivere "windows defender" e infine cliccare il risultato Windows Defender Security Center, oppure aprirlo da Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Sicurezza di Windows > Apri Windows Defender Security Center.

  • Aperto Windows Defender Security Center accedere nella sezione "Protezione da virus e minacce" (quella che ha il pulsante con l'icona dello scudo, fra l'altro visualizzato anche nel menu a colonna a sinistra della finestra per l'accesso rapido).
Scorrere in basso la schermata fino a individuare e cliccare l'opzione "Protezione ransomware" per aprire e dunque accedere all'omonima sezione (come nell'esempio sotto in figura):



  • Dunque nella schermata "Protezione ransomware" adesso spostare su "Attivato" l'interruttore per attivare l'impostazione "Accesso alle cartelle controllato" (ovvero la funzione anti-ransomware vera e propria di questo antivirus).
(Da ora in avanti Windows Defender proteggerà le cartelle e i file da  modifiche da parte di applicazioni non autorizzate, ovvero non ritenute  affidabili da parte di Microsoft scongiurando così anche gli attacchi ransomware.)


  • Attivando questa impostazione di sicurezza, le cartelle di sistema (Documenti, Immagini, Video, Musica  ecc) verranno automaticamente protette di default, ma all'occorrenza,  qualora si è soliti archiviare file importanti anche in altre cartelle, è  possibile aggiungere manualmente tali directory personalizzate per sottoporle a protezione anti-ransomware.

  • Per fare ciò, sotto all'opzione "Accesso alle cartelle controllato" cliccare il link  dell'opzione "Cartelle protette" e nella schermata che segue come nell'esempio sotto in figura:

  • cliccare il pulsante "+ Aggiungi cartella protetta" per indicare,  una alla volta, tutte le cartelle che si desidera aggiungere alla  protezione da parte delle modifiche non autorizzate.

  • Qualora l'impostazione anti-ransomware di Windows Defender dovesse bloccare un programma o applicazione che invece si considera attendibile, è bene sapere che può essere aggiunto come applicazione consentita e dunque permettergli di apportare modifiche ai file e alle cartelle protette.

  • Per fare ciò, sotto all'opzione "Accesso alle cartelle controllato" cliccare il link "Consenti app tramite accesso alle cartelle controllato" e nella succesiva schermata come nell'esempio sotto in figura:

  • cliccare il pulsante "+ Aggiungi app consentita" dunque indicare  il programma o l'applicazione di proprio interesse alla quale concedere  l'accesso e la modifica alle cartelle e ai file sottoposti a protezione  anti-ransomware di Windows Defender.



By Ressa F.





Torna ai contenuti